Il mio brodo di carne con la mia pasta grattugiata: ci voleva proprio oggi!

Chiuse in casa dalla tormenta di neve romana, accipicchia che caos ,possiamo impegnarci in lunghe preparazioni culinarie , tanto non si deve uscire , e così saranno proprio queste preparazioni a consolarci ed appagarci .

Dico “mio” brodo perchè so benissimo che in ogni famiglia c’è una ricetta da seguire, da rispettare, da tramandare , ma se siete un po’ curiose o magari vi piacciono le nuove avventure (quella di mia sorella la lasciamo perdere ok?) vi dico come lo faccio io.

Ricetta per il brodo di carne

Dunque partiamo dalla carne , dire che ci vuole della carne buona e fresca dovrebbe essere superfluo, ecco nel brodo non dobbiamo mettere avanzi che abbiamo in frigo da giorni, carne che manda cattivi odori o pezzi che hanno sostato nel freezer anni e anni perchè tanto vanno nel brodo! No perchè il brodo poi dove va?

Allora per 6|10 persone, io ne preparo sempre un po’ di più perchè se avanza lo utilizzo un’altra volta, metto circa 1 kg abbondante di polpa di manzo possibilmente mista : muscolo, il nostro preferito, scamone , copertina, doppione (o bianco costato), e punta di petto (fiocco), non sono indispensabili tutti questi tagli ma almeno due varietà ve li consiglio. Non può mancare poi una mezza gallina o cappone, se lo volete fare proprio come si deve. Una carota, una piccola cipolla e un gambo di sedano, e naturalmente il sale grosso.

Io metto di solito la carne di manzo a bagno nell’acqua fredda con un po’ di  sale grosso perchè spurghi le impurità. Se usate i volatili MI RACCOMANDO puliteli bene e passateli sotto la fiamma per togliere bene le eventuali piumette.

Mettete in una pentola almeno 4 litri di acqua fredda, poi inserite , se potete ,i pezzi di carne iniziando prima dal muscolo e il fiocco insieme al sedano carota e cipolla, salate e cuocete lentamente per un ora circa, poi aggiungete lo scamone, dopo circa 30 minuti unite il doppione, e la punta di petto, aspettate altrettanto tempo e unite la gallina. Schiumate il brodo per togliere le impurità della carne che verranno a galla a forma appunto di schiuma, io mi trovo bene con un piccolo colino. Dopo circa 3 ore di lenta cottura sentite come vi sembra di sapore nel caso aggiustate di sale. Insomma per cuocere il brodo vi occorreranno circa 4 ore. Sgrassatelo togliendo lo strato di grasso che sale in superficie.

Vi voglio parlare dell’uso delle verdure: nella mia famiglia non si sono mai messe, mentre nella famiglia di mio marito si mettono addirittura nel brodo di carne pomodori e patate, io dovevo trovare una via di mezzo che accontentasse tutti i palati e allora sono arrivata al compromesso di aggiungere solo una carota una piccola cipolla e un gambetto di sedano.

Se avete una pentola a pressione capiente non esitate a far andare il brodo li, accorcerete i tempi e il suo sapore sarà ancora più intenso, chiudete solo quando avrete “schiumato” il brodo.

Ah, ora si che mi sento proprio una maestra di cucina, era da un po’ di tempo che non vi facevo una bella lezioncina …devo cominciare ad entrare nella parte perchè…. va bene vi tengo un po’ sulle spine ma vi aggiornerò non appena possibile.

Ecco io di solito al brodo abbino i tortellini, ma quando non ce la faccio a farli o a procurameli fatti dalla mamma :) preparo questa  pasta grattugiata che  è un’ottima e facile alternativa e in casa piace eccovi la mia ricetta.

Pasta grattugiata per 4

50g di burro, 50g di formaggio grattugiato, un uovo, sale, se vi piace un po’ di noce moscata, 100g di farina 0 o se volete anche integrale. Formate un impasto con gli ingredienti amalgamando prima il burro con il formaggio, l’uovo, sale noce moscata e farine. Mettetelo nel frigorifero così si indurisce bene, quando avete pronto il brodo, grattugiate il composto con una grattugia dai fori grossi, e mettete a cuocere , farà in un attimo. Grattugiando il panetto potete anche dare la forma di piccole tagliatelline come ho fatto io i vostri bambini si divertiranno ad immaginare di mangiare piccoli serpentelli!

Commenti

  1. Patrizia dice:

    Ciao!!
    Penso che un po’ tutta l’Italia centrale stia chiusa in casa…anche qui nelle Marche nevica eccome!!!!
    Quanto al brodo è vero che ogni famiglia ha una ricetta, infatti mamma aggiunge anche patate e pomodori! :)
    Ottima la pasta grattugiata…prenderò nota ocme sempre!! :)
    Comunque ogni tua ricetta è una lezione…ma aspettiamo di sapere dove ammirarti in veste ufficiale!! :)
    Buon fine settimana al calduccio!!
    Bye e Baci!!

  2. Samantha dice:

    Idea da provare…ma io sono romagnola, di solito vado di passatelli o tardura (se proprio ho fretta!). Anche noi mettiamo carota, sedano e cipolla nel brodo, pomodori e patate solo le nonne…per me intorbidiscono il brodo.
    Ciao ;-D

  3. Ale Roma dice:

    Qui Roma, io oggi ho cucinato un ottimo brodo di pollo. Il mio segreto: qualche fogliolina di allora e triplo concentrato….cottura lenta lenta ;)
    Buonaserata
    Ale Roma

  4. Ciao Natalia, ho “sperimentato” la tua pasta fresca, di qlc post addietro variando il ripieno e la forma. Bhè inutile che lo dica, tu sei una garanzia: Ottima! Se ti va passa a dare un’occhiata.

  5. carlottalittlekitchen dice:

    Ciao, Nat! qui a Lux niente neve ma fa freddissimo!! E tra un dolce e una minestra, anche noi abbiamo passato il week end al calduccio…in cucina! Buonissima settimana, xxx!

  6. @ Samantha, TARDURA?? dai spiega, ti prego, ciaoo

  7. Ciao,
    ti seguo da tempo, ma credo di non aver mai lasciato commenti. Ti volevo far sapere che sul mio blog ho postato la mia versione di una tua idea (il rotolo-trenino) mettendo il link al tuo sito.
    Credo non ci siano problemi, ma fammi sapere…!

    A presto,
    Roberta

  8. Se penso all’esperienza del brodo di tua sorella…….ancora non mi fermo dalle risate……come dici tu: forse meglio soprassedere!!!!!

    Davvero interessante questa pasta grattugiata……mi sa che la proverò presto!!!!!

    E poi………non tenerci così sulle spine……..
    dov’è che potremo di nuovo rivederti nei panni di maestra di cucina????

    bacioni

  9. il mio brodo… è inutile, ho la fedina penale sporca!! :-( (

  10. :) :) :)

  11. Mannu ma come? non sai cos’è la TERDURA? uovo e formaggio sbattutti bene insieme con un goccio di brodo e poi versato tutto nel brodo quando è pronto da mangiare?…..umh i quadrettini con la terdura sono squisiti!!! ma secondo me io li mangiavo anche dalla nonna Ida!!

  12. quante cose sai Sara in più di me… cose di un certo peso… materia grigia :-) ) bacioni bella, a me la nonna Ida non li ha mai fatti, io ero invitata 1 giorno l’anno, quello della fiera. Si andava di lasagne e cotolette !!
    Una cosa simile la mangiavo, ma non pensavo avesse un nome specifico, anche un po’ strano, no?

  13. Fatta ieri sera Nati!!!!
    Del panetto con le dosi che hai detto tu, io ne ho usato metà, il resto l’ho messo in freezer!
    Buonissima!!!
    baci

  14. @Patrizia -scusatemi per il ritardo vado sempre troppo di fretta! dunque io la patata non la metto perchè dalle mie parti non si deve intorbidire il brodo, però devo dire che è molto buona!! le novità? piccole cose dai, a breve ne parlerò!! prima non posso…

    @Samantha – ecco che siamo della stessa idea sulle patate, i passatelli io li adoro ma qui in casa piacciono solo a me e a mio marito… la terdura…la nonna la faceva sempre io devo ancora provarla a proporre alle mie figlie presto lo farò!

    @Ale Roma – sai che io il brodo di pollo non l’ho mai fatto??? ci proverò!

    @July – sei bravissima!

    @carlottalk – niente neve? peccato è così bella…ora qui a Roma mi ammazzano!!!

    @Mannu – dai mannu la facevano anche le nostre nonne

    @Roberta – no, tranquilla non ci sono problemi anzi l’ho vista e sei stata bravissima!

    @maetta – a breve saprete tutto!

    @Sara – brava sara ti ricordi benissimo…. a casa tutto bene?

    @Maetta- noi siamo dei mangioni eh, eh, eh!

  15. Eh no!!!! voi siete in 6, noi siamo in 3!!! quindi, le proporzioni sono perfette!!! baci

  16. Mia nonna, nata sotto San Marino – guai a dirle marchigiana o romagnola, lei era del “Montefeltro” – lo faceva proprio così il brodo. Però ci metteva anche noce moscata, patata, e chiodi di garofano, pomodori mai. Io non so se la ricetta vera prevede il chiodo di garofano e la noce moscata, però se non ci sono per me non sa di niente. Non so per quale motivo, ma mia nonna la noce moscata la metteva dappertutto, anche nel caffè latte (scherzo!). E poi, siccome, faceva sempre le fettuccine, naturalmente con la sfoglia sottilissima, i pezzi che avanzava li tritava e spesso nel brodo metteva quelli. Praticamente dei microquadrucci. Ciao, Fausto

  17. @Fausto – le nonne avevano i loro trucchi è per questo che le loro preparazioni erano così buone!anche in casa mia il pomodoro non si mette mai, la noce moscata invece la mettiamo nel pesto dei tortellini :) ciao e grazie

Trackbacks

  1. [...] per la ricetta del brodo di carne potete leggere qui  [...]

Lascia il tuo commento

*