Semplicità: un uovo, un pomodoro….un fiore!

uovo-pomodoro

Questi fiori li dedico a tutte quelle persone che amano il cibo semplice ma di carattere, che non vogliono rinunciare al piacere delle cose buone ma non hanno molto tempo a disposizione, che vogliono stupire, attirare attenzione, strappare un sorriso ma nello stesso tempo non vogliono “strafare” nelle esecuzioni.


Detto questo chiedo:
– Trovatemi un bambino che non ami “pucciare” un pezzettino di pane dentro il tuorlo di un uovo semi crudo, leggermente salato, leccarsi le dita e chiederne se può averne un altro!
E’ quasi impossibile non è vero? Questo modo di cucinare l’uovo è divertente, facile(anche per i ragazzi) e si presta così ad essere preparato per i nostri piccolini, che si divertiranno a mangiare l’ovetto con il suo colorato contenitore. E cosa ne dite di presentarlo anche per una cena di adulti, magari se c’è tra gli invitati qualche ospite vegetariano, possiamo accompagnarlo ad una tenera insalatina di stagione e qualche fiore commestibile trasformadolo così in un piatto chic, soprattutto se vogliamo usare” certe uova“… Poi si avvicina sempre più il periodo pasquale e sappiamo bene che in quei giorni questo alimento sarà il grande protagonista, alleniamoci così in queste preparazioni, potremmo scegliere la migliore e fare la nostra bella figura!!

Ingredienti: un uovo e un pomodoro a persona,sale, qualche rametto di timo e se si vuole “abbondare” un cucchiaio di crema di latte per ogni porzione.

Tagliate la calottina per svuotare il pomodoro dalla polpa e dai semi, salatelo e mettetelo a testa in giù per eliminare la loro acqua di vegetazione.Nel frattempo accendete il forno a 180°. Quando sarà raggiunta la temperatura, prendete il pomodoro, conditelo con un po’ di crema di latte o olio di oliva,, rompete l’uovo e adagiatelo delicatamente dentro il pomodoro facendo attenzione a non romperlo. Salate, pepate, distribuite qualche fogliolina di timo, e sistematelo dentro ad una pirofila da forno (se sarà necessario, per mantenerlo in equilibrio, tagliate un po’ di calotta inferiore). Lasciatelo in forno per circa dieci minuti fino a quando non avrà raggiunto la cottura desiderata. Ritagliate con degli stampini dei fiori di pan brioche ( o di pane casereccio o pane da toast) rifinite i petali con semi di papavero, tostate e adagiare sul piatto componendo il fiore con uno stelo e foglie di pane, posizionate il pomodoro al centro della vostra corolla e…cogliete al volo il fiorellino!!!!

Commenti

  1. says

    Mancavo da un pò e ho letto con interesse i post che mi ero persa, compreso l’albero con i frutti di cioccolato e l’articolo sul Sassolino che dà un volto (anzi più di un volto) a tanta fantasia e bravura.
    Questi fiori sono molto eleganti e ottimi anche per acattivarsi gli adulti.
    Ciao

  2. mara says

    sono bellissimi
    mi fanno venire acquolina
    in bocca!!
    ci proverò presto
    anna

  3. golosona says

    trovata geniale per proporre le uova!!
    un semplice uovo porta in tavola l’allegria della primavera
    anche questa volta hai fatto centro
    sei mitica!!!

  4. marilena says

    hai proprio ragione
    non c’è niente di più bello immergere
    il pane dentro a tutto quel bel sughetto
    brava bravissima sei unica
    marilena

  5. nonna mary says

    hai pensato di festeggiare
    la festa della donna con questi
    bellissimi fiori ?
    sono ancor molto più belli delle mimose!
    nonna mery

  6. alessandro says

    produci sempre!!!
    è un piatto intrigante
    con “l’uovo fiore” stupirò anche mia moglie
    ciao

  7. betti says

    anche questa tua ricetta
    è piena di semplicità e arte creativa
    fiori in tavola allegria!!!
    ciao betti

  8. mamie says

    quando in cucina c’è il fattore X si vede!!!
    di un uovo si fa un” buonissimo quadro.”
    salute a tutti.

  9. cosolata says

    genuinità e semplicità sono i segreti della buona cucina
    se ben presentato anche un solo uovo può rendere importante un piatto
    brava!!!!!!

  10. fede says

    un bellissimo piatto adatto a stimolare l’appetito e la creatività dei ragazzi
    e per i grandi…. . tante carinerie
    w i fiori
    ciao

  11. says

    che bellissima idea! domenica al pranzo famigliare montanaro mi toccano gli antipasti. prendo l’idea e così “lavorare” diventa pure divertente.Ciao natti…………………………….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>